Indietro

Sopralluogo in discarica, la virata 5 Stelle VIDEO

Sopralluogo in discarica del consigliere regionale Giannarelli e dei 5 Stelle locali. Promessa di tornare, l'intento è un cambio di rotta

PIOMBINO — Il consigliere regionale 5 Stelle Giacomo Giannarelli ha effettuato assieme ai consiglieri pentastellati locali un sopralluogo presso la discarica Rimateria a Ischia di Crociano, l'area Li53, il Sin e la discarica Lucchini che il pubblico deve bonificare. Hanno incontrato il presidente di Rimateria Valerio Caramessi con il quale hanno potuto verificare gli impianti, ricevere spiegazioni sul proseguimento dei lavori di messa in sicurezza e capire l'effettiva utilità dell'ampliamento della discarica.

Argomenti che hanno acceso il dibattito cittadino sulla bontà o meno del progetto, preoccupato non poco i residenti di Colmata e zone limitrofe tanto che in un incontro a margine del sopralluogo hanno consegnato il documento contenente le osservazioni al progetto di ampliamento.

"Una giornata molto particolare, come 5 Stelle ci tenevamo a fare vedere la nostra presenza su questi temi. - ha commentato il consigliere comunale Daniele Pasquinelli, affiancato dal consigliere Mario Gottini - A questo punto l'indirizzo dell'Amministrazione è chiaro e a noi non convince pienamente. E quando le quote saranno vendute ai privati non sarà possibile tornare indietro. Finché siamo in tempo vogliamo provare a invertire questo". 

Insomma le domande sono: l'ampliamento della discarica corrisponde all'interesse generale del territorio? 

Di questo i 5 Stelle sono stati chiari, bisognerà valutare e fotografare il reale fabbisogno del territorio e capire quantità dei conferimenti e la quantità dei metri cubi a fronte della richiesta di ampliamento di 2,5 milioni di metri cubi

"Noi chiederemo alla Regione di rivalutare l'autorizzazione. - ha detto Giannarelli - Della situazione della discarica e delle altre aree da bonificare è stato informato anche il Ministero dell'Ambiente. A Settembre torneremo a Piombino con la Commissione d'inchiesta regionale delle discariche sotto sequestro e ciclo rifiuti in Toscana e verrà anche verificato la fine dei lavori di messa a norma". 

Il cronoprogramma prevede che entro il 30 Agosto si concludano i lavori oggetto della diffida e motivo del sequestro della discarica

"Noi oggi ci troviamo a prendere rifiuti esterni per mettere a norma la discarica, una parte di questi servono anche per risanare debito. Noi ci siamo opposti all'ampliamento o meglio all'utilizzo di nuove aree per accogliere rifiuti da fuori", ha detto Andrea Lessi durante il sopralluogo in discarica. Quindi: sì alla messa in sicurezza della discarica, sì alla bonifica delle aree circostanzi e al riciclo e recupero, sì alla tutela dei 50 lavoratori, ma no a una maxi discarica con conferimenti da tutta la regione.

Per i 5 Stelle questo sarebbe un segnale importante per dare un cambio di rotta al futuro della città

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it