Indietro

"Il patto per Piombino è solo propaganda"

Fabrizio Zannotti

Per il segretario generale Cgil provincia di Livorno quello approvato è "un mix di banalità e frasi scontate. Esiste già un patto strategico"

PIOMBINO — Tra gli invitati a partecipare al consiglio monotematico sul nuovo patto per Piombino per il rilancio di tutta l'economia territoriale c'era anche la Cgil.

"Auspicavamo che potesse essere avviata una discussione importante sul futuro del territorio: in realtà ci siamo trovati davanti a una sorta di fiction. Nel corso della seduta abbiamo infatti assistito a una discussione surreale su un fantomatico 'Patto', senza oltretutto poter direttamente replicare agli interventi della politica. 'Ce ne freghiamo di quello che pensate' è in sostanza il messaggio lanciato dall'amministrazione comunale nei nostri confronti. Se si invita qualcuno ad un incontro - hanno osservato - almeno si coinvolga nella discussione e si abbia l’onesta intellettuale nei giorni precedenti di anticipargli il contenuto del documento che si vuole approvare: nessuna delle due cose ci sono state concesse. La seconda osservazione è di carattere politico. In realtà esiste già un patto strategico per il rilancio della provincia: è quello che hanno sottoscritto lo scorso novembre le associazioni datoriali e sindacali nel corso del 'Tavolo di lavoro per lo sviluppo del territorio della provincia di Livorno” (#Livornovaavanti” lo slogan utilizzato). Il consiglio comunale di ieri poteva essere l'occasione di valorizzare l'importante lavoro svolto dai vai firmatari di quell'atto: sul documento invece nessuna parola".

"I patti si sottoscrivono tra più soggetti: quello approvato ieri invece è solo un manifesto propagandistico varato dalla maggioranza. Il contenuto oltretutto è imbarazzante: un concentrato di banalità e affermazioni scontate", ha sottolineato Fabrizio Zannotti, segretario generale Cgil provincia di Livorno.

"Chi contesta gli accordi di programma affermando che hanno generato pochi risultati, dovrebbe ricordarsi che senza di essi non si potrebbe parlare oggi di diversificazione dell'economia piombinese. - ha aggiunto - Senza questi importanti accordi non sarebbe neanche stata tracciata la strada per lo sviluppo del porto. Senza il riconoscimento di Piombino come area di crisi industriale complessa non avremo neanche potuto disporre di tutti quegli ammortizzatori sociali, comunque sempre insufficienti per l'indotto e per le piccole realtà, fondamentali per tamponare la grave crisi del nostro territorio. Mi preme inoltre sottolineare che oggi, grazie all'impegno di tutti gli attori in campo, è stata avviata la discussione su Zes e Zls: strumenti che potrebbero portare nuovi importanti soggetti logistici sul territorio. E' poi soltanto grazie agli accordi siglati in passato che oggi a Piombino si può continuare a parlare di polo siderurgico strategico". Siamo ancora molto insoddisfatti, ma siamo però riusciti a mantenere viva la speranza di un rilancio della siderurgia locale".

Le critiche di Zannotti riguardano anche i contenuti del patto. "Nei 10 minuti che ci sono stati concessi per l'intervento ci è stato chiesto di parlare di assetti strategici diversi e quindi non solo di Jsw ma poi nel Patto approvato si parla solo di siderurgia e non del resto. Prendiamo comunque atto di quanto approvato dal consiglio comunale: adesso però ci aspettiamo la formalizzazione di un cronoprogramma dettagliato in cui si indichino interventi da effettuare e relative tempistiche. - e ha concluso - Ribadiamo che per la Cgil il vero patto è quello siglato nel corso del 'Tavolo di lavoro per lo sviluppo del territorio della provincia di Livorno', frutto dell'impegno di associazioni sindacali e datoriali: invitiamo pertanto ancora una volta il Comune di Piombino ad approvarlo".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it