Indietro

"Non basta solo trovare misure di sicurezza"

viale del popolo e piazza Bovio

Chiesto il potenziamento delle pattuglie. Pd e Con Anna: "La sicurezza non si fa solo con le telecamere e la vigilanza. Coinvolgere i servizi sociali"

PIOMBINO — Si torna a parlare di sicurezza in città, la denuncia di un pestaggio da parte di un gruppo di ragazzi ai danni di due giovani nella zona di via del popolo e piazza Bovio non ha lasciato indifferente la comunità.

"Suggeriamo a sindaco e giunta, visto che non si tratta solo di trovare misure di sicurezza, di affrontare il tema andando ad esaminare le condizioni del tessuto sociale e culturale che sta alla base di questi comportamenti. - hanno consigliato i gruppi consiliari Pd e Con Anna per Piombino - La prima richiesta che facciamo è quella di sollecitare la convocazione del tavolo della sicurezza in Prefettura, perché in questo momento il bisogno più urgente è quello di garantire maggiore sorveglianza del territorio. La presenza di Forze dell’ordine può essere senza dubbio un deterrente per chi in maniera vigliacca usa la prepotenza nei confronti dei più deboli, i nostri ragazzi e ragazze devono essere tutelati dai violenti e devono potersi muovere in città in piena sicurezza e serenità. A seguire, se come detto da più parti questi ragazzi sono conosciuti, non possiamo non pensare ad un coinvolgimento dei servizi sociali e della scuola per poter intervenire, anche investendo risorse economiche e umane, con percorsi specifici. La sicurezza non si fa solo con le telecamere e la vigilanza - hanno sottolineato - ma si fa soprattutto con la programmazione di interventi mirati a salvaguardare e migliorare le condizioni sociali dei cittadini e dei ragazzi, imparando anche da realtà dove queste situazioni sono già state affrontate".

Sulla questione sicurezza in città è in attesa di discussione anche un ordine del giorno del consigliere comunale Fabrizio Callaioli (Prc) presentato a Gennaio 2020. "Siamo al 9 Giugno e non c’è ancora stato modo di discutere con l’Amministrazione comunale questa mozione. - aveva segnalato il consigliere su Facebook - Ci chiediamo dunque cosa stia aspettando la maggioranza, che forse la situazione non sia più contenibile? Evidentemente qualcuno crede sia più facile governare il consenso quando si arriverà a tirare fuori i forconi, piuttosto che programmare una soluzione razionale e d’ampio respiro tra i vari agenti sociali. Questo succede quando si pensa di amministrare una città chiamando un consiglio comunale ogni 40 giorni sacrificando il bene di tutti alla brama di potere".

A pochi giorni dal pestaggio in centro il sindaco Francesco Ferrari è intervento attraverso un video sui social in cui ha elencato una serie di misure attuate o in atto, anche se non risolutive, come aumento delle telecamere, migliore illuminazione e collaborazione con le forze dell'ordine. L'intenzione è quella di chiedere un incontro con Prefetto e Questore per ottenere il potenziamento degli agenti a garanzia di sicurezza e tranquillità per i cittadini. 

Anche le attività che insistono nel centro storico hanno cercato di dare un impulso per tenere accesi i riflettori sulla questione sicurezza. Il barrino in viale del popolo, per esempio, ha deciso di restare chiuso tre giorni nello scorso weekend.

Ultimo lo sprono e il suggerimento delle forze di centrosinistra per approfondire il disagio alla base di questi comportamenti.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it