Indietro

Carotaggi in discarica, "Scempio di risorse"

La discarica Rimateria

Critica l'associazione A Sinistra rispetto alla delibera per i carotaggi in discarica. "Deve essere segnalata agli organi di controllo competenti"

PIOMBINO — Interviene l'associazione A Sinistra in merito ai carotaggi nella discarica di Ischia di Crociano per i quali, come ha da poco annunciato l'Amministrazione comunale, è partita la gara di appalto (leggi qui l'articolo collegato).

"Assoluta inadeguatezza di questo atto, che impressiona per superficialità, vaghezza di obiettivi e omissione di dati fondamentali. - hanno commentato dall'associazione - Ben vengano misure volte ad un maggiore controllo ambientale del territorio, ma i 27mila euro stanziati per questa iniziativa rappresentano uno spreco ingiustificabile".

"La cosa che emerge subito dalla delibera è che manca completamente il riferimento ad istruttorie tecniche che attestino l’efficacia di tali campionamenti: quale metodologia si intende utilizzare e quali dati si spera di ricavare. - a evidenziato l'associazione A Sinistra - Qualsiasi cittadino si chiederebbe che cosa si vuole ricercare, quali materiali, quali elementi, quali sostanze, quale ente dovrebbe validare una procedura, ad oggi sconosciuta a tutti, e soprattutto quali sarebbero le attività da intraprendere in base ai risultati ottenuti. Come è possibile che Arpat non sia citata in delibera come organo tecnico a disposizione del Comune per la formulazione di proposte di intervento così specifiche? Ha dato un parere preventivo? Ha indicato quali procedure adottare e come concordarle con Rimateria oggetto di tali carotaggi? Domande a cui la delibera non fornisce, colpevolmente, alcuna spiegazione o riferimento. Nel mondo delle attività di monitoraggio e controllo ambientale di iniziativa pubblica le cose funzionano in tutt’altra maniera, con trasparenza assoluta, con certezza delle metodologie di indagine, con applicazione di modelli riconosciuti legalmente e dalla comunità scientifica. Insomma tutto l’opposto di quello che il sindaco Ferrari ha messo nella propria delibera, un modello stravagante ed improvvisato di cui si fa orgogliosamente promotore".

"La delibera contiene un altro passaggio molto grave, più precisamente un falso vero e proprio. - ha aggiunto - Si scrive: 'detto impianto è nato come struttura atta ad accogliere i rifiuti urbani del territorio della Val di Cornia ed è attualmente destinato al conferimento di rifiuti speciali non pericolosi'. Informiamo il sindaco e l’assessore all’Ambiente che non esistono nella legislazione italiana, ne sono mai esistite, da quando vige il Codice dell’Ambiente, discariche solo per rifiuti urbani, ma si classificano in discariche per rifiuti pericolosi o discariche per rifiuti non pericolosi. Facciamo infatti presente che i rifiuti speciali non pericolosi sono sempre stati smaltiti nella discarica di Ischia di Crociano fin dall’inizio della sua attività, a fine anni 90. Potrebbe far sorridere questa esibizione di incompetenza da parte dell’Amministrazione di Piombino, ma in realtà attesta la tragicità di una città senza guida capace. Di sicuro questa delibera si è conquistata il poco onorevole risultato di dover essere segnalata agli organi di controllo competenti".

Per l'associazione A Sinistra, inoltre, fuori luogo anche le dichiarazioni dell'assessora Ambiente che, annunciando la gara per i carotaggi, definisce la discarica 'un impianto che costa così tanto alla città in termine di salute e qualità di vita'.

"In conclusione quello che si può dire con certezza è che il sindaco Ferrari rimette sui cittadini il costo che occorre per concludere la sua campagna elettorale. Davvero imbarazzante", chiosano. 

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it