Indietro

Covid, ecco l'intesa per il Centro polifunzionale

Alberta Ticciati e Maria Letizia Casani

La sindaca Ticciati e il direttore generale dell'Asl Toscana Nord Ovest Casani hanno firmato il protocollo per la graduale ripartenza dei servizi

CAMPIGLIA MARITTIMA — Firmato il protocollo per il Centro Polifunzionale di Campiglia Marittima che dal 6 Aprile ospita la riabilitazione dei pazienti in uscita dai reparti Covid-19 e che ha visto una temporanea riorganizzazione di tutti i servizi presenti. Una firma che annuncia, a giorni, una nuova fase con la ripresa graduale della riabilitazione tradizionale, del distretto e dei poliambulatori. 

L'intesa è stata sottoscritta tra l’Azienda Usl Toscana Nord Ovest e il Comune di Campiglia Marittima, nelle persone della direttrice generale Maria Letizia Casani e della sindaca Alberta Ticciati. Un percorso che non era iniziato con il piede giusto vedendo ponendo diversi dubbi e quesiti sul progetto (leggi qui sotto gli articoli collegati), snodo fondamentale si è rivelato l'incontro del 3 Giugno tra la sindaca e dirigenti aziendali dr.ssa Cristina Laddaga, direttrice dell’Area sud del Dipartimento di Riabilitazione, dr. Francesco Bellomo, direttore Staff della Direzione Sanitaria, dr.ssa Eluisa Lo Presti dello Staff della Direzione Sanitaria e la dr.ssa Donatella Pagliacci, direttrice della Zona e SDS Valli Etrusche. 

“Sono soddisfatta di poter sottoscrivere oggi questa intesa che segna una ripartenza condivisa per il Centro polifunzionale e di riabilitazione di Campiglia all’interno dell’Azienda Usl Nord ovest. – ha dichiarato la sindaca Alberta Ticciati - Nonostante le difficoltà e le forti criticità affrontate in questi mesi per la mancata condivisione delle scelte che hanno visto protagonista la nostra struttura a Campiglia, mi sento di affermare che questa firma segna non soltanto la riattivazione di tutti i servizi socio sanitari e dell’attività di riabilitazione, ma rappresenta anche l’opportunità e la volontà condivisa di sviluppare le potenzialità dell’ex ospedale e rendere la riabilitazione di Campiglia, già oggi servizio di eccellenza, punto di riferimento per tutto il bacino delle Valli Etrusche anche alla luce di ciò che il Covid19 ci ha insegnato”.

La riorganizzazione del Centro di Riabilitazione di Campiglia ha raggiunto così l’intesa su un corposo cronoprogramma che prevede: la riduzione a 12 dei posti letto post-covid entro il 30 Giugno; la riapertura di Ufsmia, attività infermieristiche e prelievi, attività amministrative; il ripristino delle attività della struttura di Campiglia sarà successivamente seguito dalla definizione tecnico-gestionale di un più articolato progetto di rilancio della missione e del ruolo della struttura di riabilitazione di Campiglia come punto di riferimento per la riabilitazione, insieme ai posti letto art. 56 di Cecina, per tutta l’Azienda Usl Toscana Nordovest. 

Tutti i passaggi saranno monitorati e seguirà l’istituzione di un tavolo tecnico permanente tra Società della Salute ed Azienda per condividere e monitorare le criticità e progettare le prospettive.

I servizi del centro polifunzionale ripartiranno, a seconda della tipologia, il primo o il 13 Luglio. Il primo luglio ripartono le seguenti attività: attività infermieristica, prelievo sangue e campioni in ambulatorio (martedì e venerdì) e a domicilio (lunedì e mercoledì), attività amministrativa, segretariato sociale (mar. 9-12), Cup (martedì e venerdì 8,30-13), screening oncologico colon retto (su appuntamento) e servizi Ufsmia. Il 13 Luglio ripartono invece i seguenti servizi: screening oncologico cervicale (su appuntamento), i poliambulatori di geriatria (mart. 9-13) dermatologia (mart. 8-11,30 merc. 8-13, ven. 8-13), oculistica (gio. 8,30-12,30 e 13,30-17,30) e odontoiatria (mart. 8-13 e 13,30-17,30 ven. 8-13).

“Il centro di riabilitazione di Campiglia – ha commentato Maria Letizia Casani, direttrice generale dell’Azienda Usl Toscana Nord Ovest - è sempre stato e sempre resterà una risorsa a disposizione dei cittadini. Dal marzo scorso alla struttura è stato affidato un compito importante al quale gli operatori hanno saputo rispondere con grande disponibilità e professionalità arrivando ad ospitare e trattare circa 40 pazienti in uscita da reparti Covid. In questo modo la sede ha visto accrescere il proprio livello in termini di visibilità e importanza all’interno del panorama sanitario locale. Questo è stato reso possibile anche grazie agli investimenti fatti negli ultimi dall’Azienda sia in termini di risorse mediche, infermieristiche e tecniche messe a disposizione, sia delle dotazioni strutturali che hanno portato i posti letto a 24 raddoppiando quelli con dotazione di ossigeno. Ma tutto questo non sarebbe stato realizzabile senza qualche temporanea rinuncia da parte degli abitanti di Campiglia ai quali vanno i miei più sinceri ringraziamenti per la pazienza e la comprensione dimostrata. Non c’è mai stata alcuna intenzione di depotenziare quanto offerto, anzi. Il momento del confronto è stato sottovalutato, ma a nostra difesa c’è il fatto che eravamo in un momento difficile. Vorrei aggiungere che è mia intenzione valorizzare ulteriormente il Centro e lo faremo velocemente”.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it