Indietro

Delfini morti, le analisi confermano il morbillo

I primi quattro esemplari analizzati sono risultati positivi al morbillivirus. Un altro esemplare trovato senza vita alla foce del Serchio

FIRENZE — L'ipotesi dell'epidemia di morbillivirus all'origine della moria di delfini lungo la costa toscana trova sempre più fondamento. Lo confermano i primi risultati delle analisi eseguite su quattro esemplari trovati tra giugno e luglio dall'unità operativa Toscana Nord dell'Istituto zooprofilattico sperimentale Lazio e Toscana che ha trasmesso i dati all'assessorato regionale all'ambiente. L'autopsia, spiega la Regione, è stata possibile solo su un numero ristretto di esemplari, quelli rinvenuti poco dopo il decesso e dunque in condizioni non alterate dal deterioramento degli organi. 

Nella relazione si legge "le indagini istologiche e quelle batteriologiche risultano ancora in corso ma i dati preliminari sembrerebbero confermare il sospetto diagnostico per CeMV (cioè il Morbillivirus dei cetacei). 

Altre epidemie si sono registrate nel 2013 e nel 2016 e per questo ora saranno svolte ulteriori indagini per stabilire una eventuale correlazione con quella in corso che ha mietuto già 37 vittime: l'ultimo delfino morto è stato trovato oggi davanti alla foce del Serchio. 

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it