Indietro

"Sui rifiuti si apra subito un confronto aperto"

Una discarica (Foto di repertorio)

Lo chiedono le liste civiche unite a seguito dello scontro tra gli assessori all'Ambiente in Val di Cornia e l'ingresso di una nuova azienda

SUVERETO — Sui rifiuti è scontro, ma nessuna emergenza secondo gli assessori all’ambiente di Piombino, Campiglia e San Vincenzo che in una nota inviata al quotidiano Il Tirreno hanno confermato l’intenzione di affidare alla Wecologist la trasferenza dei rifiuti e il trasferimento verso gli impianti grossetani.

A sollevare la questione era stata l’assessora all’ambiente di Suvereto Jessica Pasquini (leggi l’articolo correlato), ma per i colleghi degli altri Comuni non ci sarebbe nulla da temere perché tutte le procedure sono state effettuate alla luce del sole. Ma c’è e rimane un tasto dolente. “L'assessore Pasquini sviluppa un doppio gioco inaccettabile: - hanno detto gli assessori - da una parte dice di voler sviluppare una politica unitaria di territorio e predica un dialogo con i comuni vicini, dall'altro adopera spesso in maniera impropria e parziale l'argomento rifiuti per rintuzzare lo scontro politico che il Comune di Suvereto coltiva verso i Comuni della val di Cornia. Noi a questo giochetto non ci stiamo”. 

Dopo queste affermazioni entrano in scena le liste civiche unite della Val di Cornia che esprimono piena solidarietà all'assessora Pasquini e all'Amministrazione suveretana "rea - a loro avviso - solo di aver cercato un confronto costruttivo su un problema reale del nostro territorio, vogliamo invece rimanere sui fatti che restituiscono un quadro ben diverso da quello descritto da Russo, Chiarei e Bartalesi".

"La famigerata trasferenza è solo un pezzo del fallimento delle politiche messe in campo dalle ultime amministrazioni". I Comuni erano o no a conoscenza dell'ingresso di questa nuova azienda? Perché l'assessore di Suvereto a ricevuto una comunicazione per conoscenza?

"Si apra subito un confronto aperto alle forze politiche e sociali della Val di Cornia per discutere le prospettive del ciclo dei rifiuti nel nostro territorio", hanno chiesto con forza le liste". 


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it