Indietro

Sei Toscana, è scontro sull'aumento dei compensi

La decisione del consiglio di amministrazione fa infuriare il sindaco di Suvereto. Anche Cooplat sottolinea di aver votato contro

SUVERETO — Sei Toscana è finita ancora una volta nella bufala per la decisione del consiglio di amministrazione di aumentarsi i compensi da 300mila e 460mila euro. La decisione è stata avallata l'11 settembre scorso anche se ci sono state molte defezioni e contestazioni.

Sei Toscana gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti nelle province di Siena, Arezzo, Grosseto e i Comuni della Val di Cornia in provincia di Livorno. E, dopo lo scandalo della maxi-gara da tre miliardi e mezzo di euro truccata (leggi l'articolo collegato), si aggiunge una nuova pagina condita di polemiche per Sei Toscana.

"Tutto questo mentre aumentano le bollette ai cittadini e peggiorano i servizi, solo una parola: vergognatevi", ha detto il sindaco di Suvereto Giuliano Parodi in un post su Facebook. A prendere le distanze da questa scelta anche la cooperativa Cooplat, che assieme alla controllata Ecolat, detiene il 24 per cento delle quote societarie e ha votato contro l'aumento dei compensi e ora auspica in un ripensamento.


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it