Indietro

La Toscana è online, ma la Val di Cornia?

Il nuovo sito di promozione della Toscana non convince proprio tutti in Val di Cornia. I contenuti ci sono, ma dal web segnalano delle dimenticanze

SAN VINCENZO —

Online da pochi giorni il sito visittuscany.com, un portale con un un logo che riunisce tutte le dimensioni della promozione turistica online della Toscana. Il sito prende il posto di turismo.intoscana.it ed è stato concertato da Regione, Toscana Promozione Turistica e Fondazione Sistema Toscana. 

Ma dalla Val di Cornia emerge qualche malumore, rimbalzato sulle bacheche social, domandandosi se, effettivamente, il territorio composto da Piombino, Campiglia Marittima, San Vincenzo, Suvereto e Sassetta sia ben rappresentato. Consultando i suggerimenti offerti in primo piano nel sito web gli itinerari dedicati alla Costa degli Etruschi e ai singoli comuni della Val di Cornia, che essi siano immersi nella natura, dedicati al benessere o al mare, non sono tra i primi; bisogna scorrere la lista prima di trovare dei riferimenti.

La piattaforma del resto contiene oltre 9mila contenuti editoriali e 7 siti integrati tra loro, i Comuni, le proposte e gli itinerari sono tanti, si potrebbe pensare a primo impatto. Ciliegina sulla torta l'articolo in evidenza dedicato alla natura e al mare limpido, che passa in rassegna le spiagge più belle della Toscana. Nella carrellata di spiagge, infatti, si saltano a piedi pari quelle di San Vincenzo e del parco della Sterpaia, consigliando piuttosto il golfo di Baratti per chi ricerca un mare lontano dal caos e dalla folla.

Spulciando il sito e aiutandoci con lo spazio dedicato alle ricerche è decisamente più semplice individuare quei contenuti dedicati alla Val di Cornia e alle sue caratteristiche e specialità. Ma chi non li conosce ci arriva solo dopo alcuni, talvolta diversi, click di navigazione. E sui social l'umore di chi la Val di Cornia la abita non è dei più rosei.

Questo nuovo sito è nato, come si legge nel comunicato di presentazione, con l'intento di rilanciare l'identità digitale, esaltare i contenuti e offrire un'esperienza più ricca e intuitiva. La sfida principale, invece, consiste nel coinvolgere tutti gli attori dell'ecosistema turistico della Toscana nelle attività di promozione alla maniera di una redazione diffusa. Fino al 20 settembre, quando i promotori si riuniranno per un summit sul tema a Firenze, sarà il tempo della fase di lancio e della sperimentazione, la speranza è che la Val di Cornia e i suoi Comuni possano emergere ulteriormente dimostrando una volta per tutte che è un territorio che ha molto da offrire.

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it