Indietro

Vigili di quartiere, ecco dove agiranno

Quattro nuovi vigili e due macro aree da presidiare. La Regione ha stanziato le somme per l'assunzione dal 2019 al 2021, poi provvederà il Comune

PIOMBINO — La giunta regionale ha dato il via libera al progetto che porterà anche a Piombino i nuovi vigili del quartiere. Stanziati quasi 9 milioni per 3 anni tali da coprire la spesa per assumere complessivamente ottanta agenti (leggi qui l'articolo correlato).

Nei prossimi giorni saranno firmate le convenzioni con i Comuni, ma molti sono già all'opera nel reclutare il nuovo personale. Un paio di mesi al massimo e saranno tutti pronti a partire. 

A Piombino i quattro vigili andrebbero ad aggiungersi agli attuali 32 attualmente in servizio nel corpo della Polizia municipale locale. I vigili presidieranno due zone principali: la prima comprende il centro storico, l’area che conduce al porto commerciale e la zona limitrofa allo stabilimento siderurgico, l’altra macro area comprende invece via Petrarca, piazza della Costituzione, piazza Dante (leggi qui l'articolo correlato).

L'idea era stata lanciata nei mesi scorsi, accanto alla richiesta al Governo di un innalzamento della dotazione organica delle forze dell'ordine, che risulta tuttora insufficiente in Toscana. "Il problema rimane e non era una richiesta strumentale - ha commentato il presidente della Toscana, Enrico Rossi - Vorrei sapere se i ripetuti annunci del ministro dell'interno sull'arrivo di nuovi poliziotti e carabinieri realmente si è tradotto, al netto dei pensionamenti, in un saldo positivo deglii organici delle forze dell'ordine sul territorio. Il nostro - ha concluso Rossi assieme a Bugli - sicuramente è un aumento concreto: un progetto pensato per le realtà più fragili, con solo un annuncio, con ottanta vigili urbani in più".

Ad essere impegnati come vigili di quartiere potranno essere i nuovi assunti oppure agenti già in servizio, con però altrettanti vigili a tempo determinato arruolati per sostituirli nei servizi in cui finora erano impiegati. 

Il progetto prevede un finanziamento per tre anni, dal 2019 al 2021, per aumentare l'organico del personale di polizia municipale da destinare alla polizia di prossimità. Gli agenti dovranno svolgere esclusivamente i compiti di vigili di quartiere e trascorsi i primi 3 anni i Comuni si impegnano a proseguire nel progetto fino al 2023, sostenendone integralmente, a quel punto, la spesa.

I vigili di quartiere sono comunque solo uno degli strumenti che la Regione ha deciso di mettere in campo per aggredire il problema della sicurezza. Per esempio Piombino e gli altri comuni della Val di Cornia hanno beneficiato degli stanziamenti per finanziare i sistemi di videosorveglianza a livello locale.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it