Indietro

Vigilanza privata per il controllo del territorio

Questa è la proposta dei consiglieri Gelichi e Ferrari che tornano a fare squadre per la questione sicurezza. Occhio anche alla stazione di Campiglia

PIOMBINO — I consiglieri Riccardo Gelichi (Ascolta Piombino) e Francesco Ferrari (Fratelli d'Italia) tornano a firmare un nuovo comunicato congiunto volto a trovare una soluzione per migliorare il controllo del territorio. 

"L’idea, già sperimentata con successo in altre città, prevedrebbe l’allungamento dell’orario di servizio della Polizia Locale, in cui il Comune dovrebbe finalmente iniziare ad investire anziché tagliare, nonché la stipula di una convenzione con un istituto di vigilanza privata, cui affidare la vigilanza del patrimonio pubblico, dei parchi cittadini e indirettamente il monitoraggio del territorio nelle ore notturne, garantendo una copertura integrale della giornata. La proposta - hanno spiegato i due consiglieri - nasce dall’evidente abbassamento dei livelli di sicurezza verificatosi negli ultimi anni in Piombino, con i crescenti furti in abitazione o nelle auto, gli atti di vandalismo ed i danneggiamenti e, più in generale il degrado percepito". Ovviamente tutto sotto l'egida della Polizia di concerto con Questura e Prefettura. 

Ai consiglieri non passa inosservata nemmeno la situazione della stazione di Campiglia per la quale si chiede di valutare con i Comuni limitrofi la richiesta per essere inseriti all'interno dell'operazione Strade Sicure favorendo la presenza di una pattuglia dell'Esercito nelle forme e modi che saranno ritenuti più opportuni per sopperire alla chiusura dell'ultimo presidio delle forze dell'ordine (leggi l'articolo correlato).

Le liste civiche presenteranno questa proposta attraverso una mozione in Consiglio comunale nella speranza che l'Amministrazione ne prenda atto e avvii tutte le misure necessarie per darne seguito.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it