Indietro

Sacoi 3, “chiediamo una commissione di garanzia”

Il gruppo di minoranza Uniamo Suvereto fa il punto sulle autorizzazioni per il progetto Terna. C’è qualcosa che non torna

PIOMBINO — “Con nota dell'Ufficio Stampa del Comune di Suvereto, successiva al consiglio comunale del 29 agosto si è appreso che in relazione al progetto Sacoi 3 ed, in particolare, sull'accordo di localizzazione dovrà a breve esprimersi il Consiglio Comunale come organo supremo”, così il gruppo di minoranza Uniamo Suvereto è tornato nel merito del progetto Terna apprendendo con favore che “dopo la seduta dell'ultimo Consiglio, il sindaco e la maggioranza si siano ricordati che il Consiglio Comunale è l'unico organo ad avere competenza a deliberare e a rilasciare pareri in materia di programmazione e pianificazione del territorio e dell'Ambiente. Principio che - hanno detto - è stato totalmente disatteso nel momento in cui il sindaco in data 7 Agosto 2019 ha espresso in nome dell'Amministrazione Comunale di Suvereto, ma senza investire sul punto il Consiglio Comunale, un parere favorevole con condizioni con sull'attività di consultazione ed informazione, posta in essere da Terna in merito al progetto Sacoi 3”.

Questo costituisce una grave illegittimità e privazione delle prerogative proprie dell'organo consiliare. Bene aver segnalato criticità quali la localizzazione della nuova sottostazione, ma altre avrebbero potuto essere recepite e segnalate a seguito di una discussione consiliare, che avesse coinvolto anche il Gruppo di minoranza. Nel momento in cui si dichiara che la salute pubblica sarà elemento di massima attenzione non si ritiene sufficiente seguire tutte le verifiche e pronunciamenti di altri enti coinvolti ed il monitorare gli sviluppi”, top top per questo Uniamo Suvereto chiede più approfondite verifiche tecniche.

“Sul progetto Sacoi 3 il Gruppo Uniamo Suvereto intende dare un contributo costruttivo, - hanno sottolineato - Nessun no a priori, ma neppure un sì incondizionato: noi chiediamo massime garanzie per la salute pubblica, per la tutela dell'ambiente, del paesaggio e del suo sviluppo e per fare ciò è necessario approntare con il soggetto privato una trattativa seria e paritaria, non lasciando nulla al caso e non rilasciando pareri favorevoli con troppa facilità allorché ci sono accertamenti ancora da compiere: i procedimenti amministrativi hanno le loro fasi e esprimere un parere in un senso o in un altro significa precludere la possibilità di sollevare eccezioni sulla fase che si è conclusa ed aprire le porte ad una fase procedimentale successiva”.

Il parere espresso nella fase di Conferenza dei Servizi preliminare ha dato il via all'apertura del procedimento amministrativo di autorizzazione, ma per Uniamo Suvereto non potevano essere ritenute soddisfacenti in primis le informazioni avute in materia di tutela della salute pubblica, specie le modalità delle misurazioni. C’e Altro che non convince.

“Sostenere ora, dopo averlo già bypassato, di volere coinvolgere il Consiglio Comunale, ma allo stesso tempo escludere la costituzione di una commissione tecnica a supporto dell'attività del Consiglio Comunale lo dimostra. 

“Il Gruppo Uniamo Suvereto - ha concluso - provvederà anche a reiterare la richiesta di costituzione di una commissione di garanzia, controllo e trasparenza sulla regolarità degli atti, mozione già presentata e rigettata dalla maggioranza”.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it