Indietro

Nuovo bando per i protocolli di insediamento

Foto di repertorio

In ballo quasi 7 milioni di euro per i protocolli di insediamento per imprese e liberi professionisti dell'Area di crisi complessa di Piombino

PIOMBINO — Nuove misure per i protocolli di insediamento relativi all'Area di crisi industriale complessa di Piombino. Il bando aprirà il 17 Aprile 2019 con una dotazione finanziaria di quasi 7 milioni di euro.

Il bando si inserisce nell'Accordo di programma sottoscritto nel 2014 e punta a dare sostegno a progetti, aventi rilevanza strategica per l'economia toscana, destinati a consolidare o creare nuovi insediamenti industriali ed in particolare, incrementare la presenza di attività economiche, favorire percorsi di ristrutturazione e riconversione e incrementare l'occupazione.

Beneficiari del bando sono micro, piccole, medie e grandi imprese, singole o in forma aggregata, (consorzi/società consortili di durata non inferiore a 5 anni, raggruppamenti temporanei d'impresa, associazioni temporanee di scopo, reti di imprese in qualunque forma costituite). Potranno partecipare al bando anche i liberi professionisti in quanto equiparati alle imprese, aventi sede legale o unità locale destinatarie dell'intervento, nei territori dei Comuni dell'Area di crisi industriale complessa di Piombino.

Le agevolazioni, che saranno concesse sotto forma di contributo in conto capitale a fondo perduto, riguarderanno progetti dalla dimensione minima di 250 mila euro, da realizzare e localizzare nel territorio dei comuni compresi nell'Area di crisi industriale complessa di Piombino: Piombino, Campiglia Marittima, San Vincenzo e Suvereto. Complessivamente sono a disposizione 6 mln 931 mila euro di cui alla linea 1.6 PAR FSC ex FAS 2007-2013, ‘Riqualificazione e riconversione del polo industriale di Piombino'.

La modalità di selezione degli interventi è a sportello. I soggetti gestori dell'intervento sono Sviluppo Toscana spa per le attività relative alla selezione dei progetti e Artea per le attività di controllo e pagamento. Le domande potranno essere presentate esclusivamente online sul sito di Sviluppo Toscana, dove potrà essere consultato il testo completo del bando.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it