Indietro

Pd, "abbandoniamo le divisioni e uniamo le forze"

Bruna Geri

Richiama all'unità la segretaria dell'Unione comunale Bruna Geri in vista delle prossime elezioni amministrative e opporsi all'avanzata della destra

PIOMBINO — "Non ci sono vincitori o vinti, le primarie sono lo strumento che abbiamo scelto per dare voce a tutte le sensibilità del nostro partito. Faccio mie le parole del segretario Zingaretti che questa sera da Fazio ha dichiarato 'spalancheró porte e finestre a tutti coloro che vorranno dare una mano per contribuire alla ricostruzione di un centro sinistra che vorrà unirsi per contrastare l'avanzata delle destre', 'gli elettori e gli iscritti sono stanchi delle nostre divisioni'".

Parole della segretaria dell'Unione comunale Pd a Piombino Bruna Geri che dopo le primarie per l'elezione del segretario nazionale del Partito richiama all'unità gli iscritti della Val di Cornia per far cessare le diatribe interne al partito e ricompattarlo in vista degli impegni futuri.

"Un partito unito per la costruzione di un nuovo fronte europeista, ambientalista e femminista, aperto e inclusivo che propone un messaggio di radicale opposizione alla destra italiana e europea della chiusura e della paura. - ha detto in una nota - Un partito che deve cambiare e superare le sue divisioni, restare unito per opporsi in modo forte e deciso al governo giallo - verde e all’avanzata della destra nei nostri Comuni. Un partito che guardi in primis ai più deboli, agli ultimi, che crei legami e costruisca ponti, che riannodi i fili con chiunque non si arrende alla visione salviniana del mondo, coi sindacati che hanno svolto un ruolo cruciale negli anni della crisi e con l’associazionismo diffuso che ha saputo arrivare dove tante volte lo Stato, nelle sue varie articolazioni, non riesce a incidere. Un partito che torni il perno del centro sinistra italiano e europeo".

"È questo il messaggio ed è questa la responsabilità che dovremmo sentire sui territori alla vigilia di elezioni amministrative determinanti in Val di Cornia e all’Elba. - ha aggiunto - Far sì che quel voto quella voce, quel messaggio di unità, non solo non venga disperso, ma rappresenti la bussola per il futuro. Da qui si riparta, abbandonando le divisioni e unendo le forze di tutti di fronte agli obiettivi prossimi delle Amministrative e delle Europee. - e ha concluso - Oggi è il tempo dell’unità e della condivisione. Non possiamo più aspettare, non avremo altre occasioni".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it