Indietro

Ferrari e Nigro insistono per il piano industriale

Il sindaco Ferrari e l’assessora Nigro fuori dal Ministero dello Sviluppo economico

Dalla riunione al Mise per Jsw Steel Italy il sindaco di Piombino Ferrari e l’assessora al Lavoro Nigro chiedono uno sprint. Nuovo tavolo ad Agosto

PIOMBINO — “Abbiamo fatto presente a tutti gli interlocutori che Piombino non può più attendere a lungo”, così il sindaco di Piombino Francesco Ferrari è intervenuto in merito alla riunione di martedì 9 Luglio al Ministero dello Sviluppo economico su Jsw Steel Italy.

“I 18 mesi, sicuramente troppi, che l’accordo di programma firmato a Luglio 2018 aveva concesso a Jsw scadranno a Gennaio prossimo; per quella data il privato dovrà illustrare il proprio piano industriale e dovrà far sapere alla città se e come intende investire sul territorio. - ha aggiunto Ferrari - Dal canto nostro non intendiamo sottrarci al grande impegno che la situazione impone, e questa amministrazione vuol tornare ad essere protagonista delle scelte del territorio partecipando come parte attiva ai tavoli istituzionali: in quest’ottica abbiamo accolto con favore la scelta del vicecapo di gabinetto Sorial di prevedere un nuovo tavolo di confronto ad inizio agosto coinvolgendo i vari ministeri interessati, le istituzioni locali e l’azienda. Siamo profondamente convinti, infatti, che sia opportuno coinvolgere ai tavoli di confronto convocati dal Mise anche i ministeri dell’ambiente, con competenze sulle bonifiche, e quello delle infrastrutture, per le competenze su ss 398 e viabilità ferroviaria. È indispensabile infatti affrontare la questione Jsw avendo una visione a 360° delle problematiche connesse, senza ragionare per compartimenti stagni. Solo attraverso una visione complessiva delle esigenze del territorio potremmo praticare soluzioni efficaci alle questioni ed alle sfide che oggi affrontiamo”.

EXTRA(0)]

“Abbiamo apprezzato il senso di responsabilità delle parti presenti al tavolo - ha proseguito il sindaco - lo stesso senso di responsabilità che ha portato alla firma da parte dell’amministrazione comunale dell’accordo di programma regionale che, tra le altre cose, prevede la costruzione di un impianto a tempra in un’area contigua al treno rotaie, ritrasformando in area industriale a vocazione metallurgica e non siderurgica l’area che, nella discussa variante approvata nel 2017, era stata destinata al settore agro-industriale”.

All’incontro romano anche l’assessora al Lavoro Sabrina Nigro. “Ribadiamo che il settore siderurgico possa continuare ad essere strategico per la ripresa economica di Piombino, con le necessarie opere di ammodernamento tecnologico, sicurezza del lavoro e tutela ambientale, e, a conferma di ciò, siamo disponibili ad adottare la variante urbanistica necessaria all’attività dell’azienda ma non intendiamo ripercorrere gli errori fatti in passato e pretendiamo di prendere visione nel dettaglio del progetto tecnico e finanziario di Jsw Steel Italy. E’ invece urgente - ha concluso - procedere in maniera certa, seppur attraverso piccole azioni, verso la direzione di una ripresa effettiva che passi anche attraverso la realizzazione delle tanto preannunciate bonifiche, fonti potenziali di occupazione lavorativa per il territorio”.

A chiedere un cambio di passo anche il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi che ha sollecitato riunioni operative e tempi più serrati (leggi qui l’articolo correlato).

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it