Indietro

No allo streaming, "irrispettoso e pretestuoso"

Per il Comitato Salute Pubblica è importante il coinvolgimento dei cittadini in questa fase. Le Commissioni pronte a riunirsi

PIOMBINO — Il Comitato Salute Pubblica non molla sulla diretta streaming e commenta la risposta dell'Amministrazione comunale in cui si spiega il no alla commissione a porte aperte.

"Apprendiamo con stupore quanto detto dal presidente del Consiglio Comunale che una Commissione tecnica non può essere messa in streaming, non esistendo alcuna legge in merito che lo vieti. Da questo potrebbe risultare l'interesse dell'Amministrazione comunale a tenere nascoste all'opinione pubblica quelle che saranno le eventuali motivazioni di un rifiuto ad accettare i referendum. - hanno scritto - Visto l'interesse pubblico degli argomenti trattati, occorre dare la massima pubblicità sugli Atti della Commissione, mentre vietare la diretta, nell'era di internet, potrebbe avere il significato di voler lasciar tutto sotto traccia, come se la stessa Amministrazione temesse di far sapere alla cittadinanza quello che ha deciso, e cioè di permettere l'enorme ampliamento della discarica (si tratta di una estensione a regime pari a 100 campi di calcio!)".

Un percorso che non quadra al Comitato soprattutto perché nel programma elettorale del sindaco Massimo Giuliani non c'era alcun accenno alla questione discarica. E proprio per questo il Comitato rivendica un maggior coinvolgimento dei cittadini per essere informati e decidere.

"Il Comitato - hanno concluso - vede nelle scelte dell'Amministrazione Comunale un potenziale comportamento antidemocratico, e cosidera deboli le ragioni portate per rifiutare il collegamento in streaming come pretestuose e irrispettose del diritto a una corretta informazione".

Intanto la prima riunione delle due commissioni è in programma per mercoledì pomeriggio.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it