Indietro

Già al lavoro per il piano anti siccità

La sindaca Soffritti a Firenze per il tavolo sulla crisi idrica attivato in largo anticipo per far fronte alle emergenze del settore agricolo

CAMPIGLIA MARITTIMA — Arrivano da Firenze le novità in merito al tavolo sulla crisi idrica della Val di Cornia sollecitato dalla sindaca di Campiglia Marittima Rossana Soffritti. Già lo scorso anno, la sindaca aveva riunito i soggetti per fronteggiare i problemi legati alla siccità e quest'anno ha richiesto subito a inizio anno un confronto sul tema.

Soffritti, infatti, ha inteso anticipare maggiormente i tempi per affrontare in maniera più serena l’arrivo della stagione più calda e la conseguente necessità di irrigare la campagna alla quale è legata una parte importante dell’economia del territorio sia per la produzione agricola sia per il settore della trasformazione agroalimentare. 

Per il Comune di Campiglia era quindi presente la sindaca Rossana Soffritti, per Asa il presidente Andrea Guerrini, i tecnici Mirco Brilli, Michele Del Corso e Barbara La Comba, per il consorzio di Bonifica Toscana Costa al tavolo il dirigente dell’area manutenzioni Roberto Pandolfi, per la Regione Toscana il consigliere e presidente della seconda commissione Gianni Anselmi e i settori tecnici dell’agricoltura e dell’ambiente.

Il tavolo è servito per fare il punto per prendere tutti quei provvedimenti volti a salvaguardare il più possibile l’utilizzo irriguo per l’agricoltura in particolare per il laghetto di Tufaia a Venturina Terme. E’ stata proposta una soluzione di breve periodo che capitalizzi l’investimento fatto l’anno scorso. 

“Abbiamo interessato per la Regione il consigliere Gianni Anselmi e l’assessore Marco Remaschi – ha riferito la sindaca Rossana Soffritti – hanno risposto immediatamente prendendo in carico la questione e così abbiamo gettato le basi per un protocollo condiviso per il riutilizzo dell’acquedotto Cornia Industriale altri interventi del nostro bacino”. 

Lo scorso anno il tavolo idrico portò alla realizzazione della condotta per far fluire l’acqua adeguatamente trattata del depuratore di Guardamare di San Vincenzo nel laghetto irriguo di Tufaia a Venturina Terme, finanziato dalla Regione e supportato da Asa, Consorzio di Bonifica e Arpat. Ora si dovrà stilare una scheda tecnica con il dettaglio di interventi e costi da sottoporre alla Regione che, per la rilevanza del problema, ha già assicurato la disponibilità di massima ad attivare adeguati finanziamenti.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it