Indietro

​Il Comune taglia una parte del servizio Scuolabus

La nota dell'Unione Sindacale di Base Livorno e Piombino. "In arrivo disagi per l'utenza e per i lavoratori. Il servizio deve essere garantito".

CAMPIGLIA — Da lunedì scorso, a seguito del cambio di appalto per il servizio scuolabus del comune di Campiglia, i bambini delle scuole elementari si sono ritrovati senza assistenti all'interno dei mezzi. A dare la notizia è l' Unione Sindacale di Base Livorno e Piombino

"Di punto in bianco - si legge in una nota -  forse per risparmiare ulteriormente sul servizio, sia i lavoratori sia l'utenza hanno subito l'ennesimo taglio ad un servizio pubblico. A nostro avviso, oltre al disagio in termini economici, subito dalle assistenti storiche, i bambini saranno costretti a salire sui pullman senza alcuna sicurezza".
"Non possiamo non criticare in maniera determinata questa scelta scellerata e chiediamo ai responsabili del comune di Campiglia e alla ditta vincitrice dell'appalto, che risulta essere la medesima del precedente servizio presentatasi con altro nome, di ripensarci e provvedere ad un ritorno alla normalità".
"Ormai da anni, in tutti i comuni, grazie ai continui cambi di appalto, i lavoratori dei servizi pubblici si trovano a dover accettare condizioni di lavoro via via sempre peggiori. In questo caso hanno perso tutti gli scatti di anzianità ed è stato loro proposto un demansionamento in termini di livello contrattuale. Con molto coraggio i lavoratori hanno scelto di non sottostare a questo ricatto chiedendo almeno di essere equiparati in tutto e per tutto, agli altri appalti sul territorio, nello specifico quello del comune di Suvereto. Per tutta risposta il comune e la ditta appaltatrice hanno risposto tagliando le ore alle assistenti. Il risparmio prima di tutto, prima dei diritti dei lavoratori e prima dei diritti dei bambini. E' ora di dire basta a questo sistema. Come sindacato siamo pronti ad intraprendere qualsiasi azione si renda necessaria affinchè il servizio sia garantito a livelli decenti".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it