Indietro

DUE CHIACCHIERE IN CUCINA — il Blog di Sabrina Rossello

Sabrina Rossello

Due nomi due terre d’origine: la Toscana dove sono nata e cresciuta e la Sicilia da dove è partita la mia famiglia e di cui ho respirato tutte le molecole! Due mondi culinari diversi ma entrambe ricchi di sapori colori e cultura! È multipla anche la mia formazione: diplomata geometra, poi Architettura, a 40 anni per passione iscritta a Biologia e nel frattempo corsi di cucina, di wedding e tanta, tanta pratica come personal chef ed oggi sono esperta di cucina gluten free e di cucina salutare sulla basi scientifiche della dieta mediterranea. Nel 2015, ho inaugurato la mia scuola di cucina e di educazione alimentare. Ho scritto 2 libri: “Ti cucino una Storia” e “A tavola con noi – ricette gustose per umani e per cani” ed ho partecipato alla “Prova del cuoco” su Rai 1 e più volte ospite a “Tadà” su RTV38

I pici, la pasta degli Etruschi

. — I pici sono una sorta di spaghettoni fatti a mano con farina e acqua, di uno spessore di circa ½ cm e, proprio perché fatti a mano, sono molto irregolari.
Presenti da sempre nella nostra cucina, rappresentano un piatto forte nella cucina “povera” della tradizione toscana, in particolare nella zona di Siena, Pienza e della Maremma.
Pare, infatti, che la loro origine risalga agli antichi Etruschi, ne dà testimonianza il famosissimo affresco nella “tomba dei leopardi” nel sito archeologico di Tarquinia, dove è rappresentato un convivio in cui vengono serviti dei piatti con una sorta di “spaghettoni”…
Saranno i pici?
Ad ottobre è in partenza il mio corso di pasta fresca fatta a mano, faremo non solo i Pici, ma anche tagliatelle, tortelli, ravioli….


PICI ALL’ AGLIONE (in bianco)

Ingredienti per i pici:

  • 1 kg di farina di tipo 0
  • ½ litro di acqua
  • 1 cucchiaio di olio e un pizzico di sale

Preparazione:

Disporre su una spianatoia la farina a fontana, aggiungere un pizzico di sale, l’acqua tiepida e un cucchiaio di olio.
Impastare fino a formare un panetto elastico ed omogeneo.
Ricoprire il panetto con la pellicola e (in modo da non farlo seccare mentre si lavorano i pici) e cominciare a tagliare (dal panetto) delle strisce sottili lavorandole con le mani fino ad ottenere dei lunghi spaghettoni dello spessore di circa ½ cm.
Una volta fatti disporli, su un vassoio, distanti tra loro per non farli attaccare e spolverare con la semola di grano duro.
Per il condimento:

  • una testa di spicchi d’aglio
  • sale e pepe
  • olio evo
  • pecorino piccante grattugiato

Cuocere i pici in abbondante acqua salata e poi si insaporiscono direttamente nella padella dove precedentemente era stato messo olio e abbondanti spicchi d’aglio pestati. Servire cosparsi di pecorino.

Per informazioni clicca qui https://www.sabrinarossello.it/corso-pasta-fresca/ oppure scrivimi a info@sabrinarossello.it

Sabrina Rossello

Fotogallery

Articoli dal Blog “Due chiacchiere in cucina” di Sabrina Rossello

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it